eventi_telese

Il Telese al Festival della Filosofia

Anche quest’anno l’I.P.S Telese ha partecipato al Festival Della Filosofia di Ischia e Napoli, manifestazione giunta alla quinta edizione.

Mentre la quarta edizione era incentrata sul concetto di natura umana, quella di quest’anno si concentra su un tema di assoluto rilievo e attualità: la relazione tra essere umano e Dio.

Gli studenti di IV A – III B Accoglienza Turistica si sono occupati dell’accoglienza degli ospiti, nelle varie location in cui si sono svolti gli incontri, mentre i ragazzi della II E e della II F si sono occupati della preparazione e del servizio del Coffee Break.

All’incontro svoltosi all’interno del suggestivo ex carcere di Punta Molino, abbiamo avuto la possibilità di intervistare l’organizzatore, il Professor Raffaele Mirelli, che ha puntualizzato lo scopo e l’evoluzione del Festival nel corso degli anni. Di seguito la video-intervista realizzata dagli studenti:

Intervista a Raffaele Mirelli

Inoltre, alcune domande sono state rivolte al Professore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II Giuseppe Ferraro, relatore del laboratorio per ragazzi sulla “Divisione di Dio”.

Professor Ferraro, la filosofia può essere un mezzo per recuperare la propria spiritualità e procurarci un salutare distacco dal mondo moderno caotico e dominato dalla tecnologia?

La filosofia può aiutare a rompere questo distacco che noi attribuiamo alla tecnologia, che è una forma di estraneità che noi abbiamo vivendo il mondo così com’è con l’intelligenza artificiale. Ormai abbiamo una memoria che ormai è quella ram di processori elettronici e quelli degli archivi dei database. E’ una memoria che non è più nostra e non sentiamo più quello che viviamo.

Un tempo senza il telefonino raccontavamo quello che avevamo visto e lo vedevamo rivivendolo nel racconto che facevamo,costruendo il nostro libro interiore.

La filosofia può aiutarci? La filosofia è una tecnica che ci serve come strumento per raggiungere l’interiorità .

Dio potrebbe essere semplicemente un bisogno dell’uomo di dare risposta ad alcune domande fondamentali della vita?

Abbiamo bisogno di Dio,perché abbiamo bisogno di noi stessi.

In fondo Dio non esiste, ripetevo, è una presenza e quella presenza permette a noi  di esistere.

Dio non esiste ma noi non esistiamo senza Dio!

Non dobbiamo pensare a Dio in forma strumentale, non è un uomo , non è una persona qualunque che sia , non è una cosa quale che sia.

A Napoli si dice“figl e Dio” di tutte le persone che stanno al limite.

E’ bellissima questa espressione “figl e Dio” noi dobbiamo ritrovare le nostre parole, dobbiamo ritrovare come diceva Vico una saggezza antica e in ogni parola c’è una storia di voce e in questa cosa c’è proprio una storia di una credenza , anzi di una presenza.

A cura della IV A Accoglienza Turistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *